Questa certificazione ci stimola ulteriormente a proseguire nel percorso avviato da anni e basato sulla convinzione che il successo di un’impresa parta dal mettere al centro le persone che la compongono. Abbiamo costruito una cultura basata su principi di empatia, ascolto, dialogo, rispetto e gentilezza, che sono alla base dell’empowerment. Ognuno in AXA, viene messo nelle condizioni di realizzare al meglio il proprio potenziale e se abbiamo raggiunto questo traguardo è grazie al lavoro di tutti i nostri collaboratori, e sempre grazie a loro siamo riconosciuti come un’azienda innovativa, in grado di raggiungere grandi obiettivi e servire ogni giorno al meglio i nostri clienti.Giacomo Gigantiello, CEO AXA Italia

La protezione e il benessere psicofisico dei collaboratori come priorità da sempre e un ambiente di lavoro energizzante e inclusivo in cui le differenze individuali vengono valorizzate, scandite da azioni concrete e distintive, accelerate e innovate anche nel contesto della pandemia.

Sono queste le eccellenze che hanno permesso al Gruppo assicurativo AXA Italia di ottenere per il secondo anno la certificazione Top Employer 2022, istituita da Top Employers Institute e assegnata su scala globale alle aziende che si distinguono per l’eccellenza in ambito HR.

Un traguardo raggiunto grazie a un impegno pluriennale sul fronte della cultura aziendale, incentrata su inclusività e diversità nelle sue diverse sfaccettature, empowerment e agilità, creatività ed imprenditorialità, non solo a livello di management ma di tutti i collaboratori.

Ne sono prova le numerose iniziative messe in campo in ogni ambito di gestione delle risorse umane. Da un modello distintivo di smart working, alle numerose iniziative di People care, alle  iniziative a supporto dell’equilibrio psicofisico con un numero verde di assistenza psicologica H24, uno sportello virtuale di counselling, webinar interattivi sull’allenamento della resilienza, contenuti video sulla gestione delle emozioni e appuntamenti settimanali con wellness classes virtuali.
Sul fronte della formazione e della cultura digitale, sono stati lanciati percorsi di learning dedicati all’intera popolazione aziendale con un catalogo di oltre 16.000 corsi, programmi per i manager sulle soft skills e la gestione delle complessità, una Climate Academy e infine partnership con le più prestigiose università italiane sul mondo dei data. Un esempio recente è il percorso di Insurance Data Management, avviato poche settimane fa in collaborazione con SDA-Bocconi.

Sul fronte del welfare, il Gruppo mette a disposizione dei propri collaboratori una delle offerte più ampie del mercato permettendo di scegliere soluzioni diversificate in base agli specifici bisogni e secondo il proprio stile di vita e, in ambito diversity e inclusion, alla forte attenzione alla gender parity si aggiungono numerose iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei collaboratori su tutti i temi legati all’inclusività.

Centrale tra le motivazioni alla base della certificazione, è sicuramente anche la strategia di CSR che contraddistingue la filiale italiana del Gruppo: AXA Italia impegnata a favorire la transizione energetica con progetti all’avanguardia sul fronte della  sostenibilita e dell’ambiente.
La compagnia  si è data l’obiettivo di abbattere del 20% la propria carbon footprint entro il 2023, impegnandosi a compensare la parte restante delle emissioni prodotte, con iniziative che riducano l’anidride carbonica nell’ambiente
. Destinando a livello globale come gruppo 1,5 miliardi alla riforestazione e contribuendo ad es, all’interno del progetto Forestami attraverso la piantumazione di oltre 370 alberi, e sostenendo il progetto scuola Forestami, con  300 classi di formazione coinvolte con il comune di Milano. Inoltre, attraverso la formazione di  20 Ocean ambassador con oltre 300 ore di formazione mirate ad un percorso indirizzato alla protezione e tutela dei mari insieme a WordriseOnlus.
Infine, è fortemente impegnata a portare un contributo positivo su grandi tematiche sociali, attraverso attività di orientamento e formazione per un reinserimento sociale e lavorativo quali il punto Donna in difesa delle donne vittime di violenza ed esclusione sociale, progetto insieme a We Word Onlus, a cui si sono rivolte più di 320 donne beneficiarie.

Leggi il comunicato stampa